SIENA IN 2 GIORNI

Tour di 2 Giorni

Se hai due giorni a disposizione puoi visitare Siena, puoi dedicare il primo giorno alla visita del suo centro storico con i principali monumenti e le sue opere storico-artistiche. Il secondo giorno puoi approfondire i suoi luoghi più caratteristici e meno turistici oppure scegliere di fare un’escursione nella campagna chiantigiana e nei borghi vicini.

GIORNO 1

  • Pizza del Campo: cuore della città, qui si svolge il Palio di Siena. Puoi visitare il Palazzo Pubblico, il Museo Civico, la Torre del Mangia e la Fonte Gaia
  • Prima di pranzo puoi passeggiare per il corso principale, Banchi di Sopra e le vie intorno come Via di Città e Montanini per curiosare tra botteghe e negozi di prodotti tipici e poi fermarsi in uno dei ristoranti della zona.
  • Dopo pranzo si prosegue in Piazza Santa Maria Assunta dove si possono visitare il Duomo di Siena, il Battistero e il Facciatone dove si trova il Museo dell’Opera Metropolitana.
  • La tappa successiva è il complesso di Santa Maria della Scala
  • Si continua con Palazzo Brigidi e Buonsignori, dove si trova la Pinacoteca Nazionale
  • Con una breve passeggiata si raggiungono la Chiesa di Santa Caterina, il Santuario e la Chiesa di San Domenico dove sono conservate le reliquie della santa.
  • Si può concludere la prima giornata con una passeggiata sui bastioni della Fortezza Medicea da dove si può godere una splendida vista a 360° su Siena

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE IL TOUR DEL PRIMO GIORNO

GIORNO 2

Il secondo giorno a Siena si può dedicare alla scoperta delle zone più antiche della città, tra vicoli e luoghi di interesse meno famosi ma ugualmente affascinanti.

  • Siena è suddivisa in Terzi, il Terzo Camollia si estende a nord e prende il nome da Porta Camollia, un tempo porta di ingresso principale della città, riporta l’iscrizione in latino “Siena ti apre un cuore più grande di questa porta”.

Nei dintorni si possono visitare Piazza Indipendenza con la sua loggia, Piazza dell’Abbadia, il Teatro dei Rozzi, l’antica fonte cittadina di Fontebranda, la Basilica di San Francesco, la Biblioteca comunale, Palazzo Tolomei, Basilica di S.Maria Provenzano e tutti i palazzi signorili.

  • Per approfondire la conoscenza della città si possono ripercorrere le sue origini e la sua organizzazione. Ogni Terzo infatti è composto da diverse contrade, ovvero le suddivisioni storiche della città. In totale Siena è costituita da 17 contrade e in ciascuna si può visitare il rispettivo museo, luogo di rappresentanza e di testimonianza storica: i musei delle contrade sono il posto giusto dove scoprire tutti i segreti del Palio e ammirare i drappelloni vinti, esposti nella Sala delle Vittorie.

Per info: http://www.ilpalio.org/

Come pausa rilassante si può raggiungere l’Orto de’ Pecci, a poca distanza da Piazza del Campo, un orto urbano medievale con aree pic-nic e un ristorante.

  • Per concludere in bellezza il secondo giorno, puoi dedicarti allo shopping, in particolare enogastronomico, al Consorzio Agrario di Siena, la più importante impresa nel comparto agro-alimentare, con 2000 soci contadini. Qui trovi olio, salumi prodotti con metodi artigianali, carne chianina IGP, pasta fatta in casa, birra Verna, Chianti classico, Chianti dei Colli Senesi, ortaggi a km zero, formaggi delle crete senesi, frutta e tanto altro. Puoi anche cenare in uno dei due ristoranti consociati al Consorzio: la “Taverna del Granducato” a San Gimignano, la “Sosta del Granducato” al Valdichiana Outlet di Foiano.
    (Consorzio Agrario di Siena – Via G. Pianigiani 9 – Siena – www.capsi.it)